• it
      • en
      • fr
  • Gastronomia

    Gastronomia e vini

    Gastronomia e vino sono elementi centrali nella nuova vita del Castello di Ugento. Dopo l’ampia ristrutturazione un’ala ospita un boutique hotel di lusso, mentre sul lato opposto della corte il raffinato ristorante e la scuola di cucina si concentrano sull’arte culinaria pugliese. Il Puglia Culinary Centre accoglie studenti dal rinomato Culinary Institute of America a partire dal mese di gennaio 2017.

    Ogni anno, da settembre ad aprile, gli studenti frequenteranno lezioni di gastronomia e tecniche locali, all’interno di cucine tecnologicamente all’avanguardia, costruite nei magazzini piu’ antichi del castello.

    Gli ospiti dell’albergo potranno a loro volta seguire corsi di cucina durante i mesi estivi ed imparare il meglio della cucina italiana, insieme ai segreti delle nonne salentine.

    Questa regione è il granaio d’Italia. In Puglia si coltiva la maggior parte del frumento italiano, destinato a soddisfare la voglia di pasta del paese. La Puglia è anche costellato di olivi, oltre 60 milioni di alberi, che producono un olio dall’aroma ricco e intenso.

    Il ristorante del castello, Il Tempo Nuovo, sorge in una cornice storica unica e si specializza in cucina pugliese. Territorio e stagioni sono gli elementi chiave per i menu curati con professionalita’ e passione dalla House Chef, Odette Fada. Sviluppati stretti legami con i migliori produttori e agricoltori del Salento la chef proporrà piatti diversi secondo le stagioni, incorporando ingredienti che la chef troverà di volta in volta nelle sue visite quotidiane ai mercati locali e prelibatezze portate a riva dai pescatori di zona.

    Frutta e verdura verranno anche dall’orto che sorge all’interno delle mura del castello. Risalente al diciottesimo secolo, questa zona e’ stata la prima ad essere toccata dalle grandi opere di restauro iniziate nel 2013. Aranci, limoni, cachi e melograni sono nuovamente rigogliosi e le erbe aromatiche mescolano i loro odori ai gelsomini che crescono sul pergolato, insime alle uve da tavola.

    La cantina darà risalto a vitigni autoctoni, come il Primitivo, il Negroamaro e l’Aleatico, oggi altamente stimati ovunque nel mondo. I nostri ospiti potranno partecipare a degustazioni tenute nella cantina che risale al sedicesimo secolo, godere di sapienti abbinamenti tra vini e pietanze nel ristorante, nonché organizzare visite presso produttori e cantine locali.

    Share on: